Una guida d'eccezione

Ecco i turisti

Sortilegi e magie

Uno strampalato concerto

Tutti al lago!

Merenda con mousse di gamberetti e sfogliatine di ali di farfalla

Un racconto avvincente che coinvolgerà grandi e piccini

 

 

Compra Il Libro!

Libro ed E-book dedicati a chi divertendosi vuole iniziare a conoscere il magico mondo delle grotte e dei suoi abitanti

Ultimamente parecchi speleo si sono avventurati nel vasto mondo della letteratura, con risultati spesso godibili, talvolta coinvolgenti, sempre interessanti.

Ma si è trattato sempre di racconti o resoconti di vita vissuta o sognata, di grotte affrontate con animo entusiasta e poi finite, non finite o finite male, esplorazioni di stati d’animo in cui il mondo sotterraneo ora era protagonista, ora faceva da sfondo.

Tutte composizioni realizzate da adulti e ad un pubblico adulto rivolte.

Il libro di Maria Pia Zay A Pippilandia tutto può succedere esce da questo schema.

È un’opera che parla del fascinoso mondo delle grotte scritto sì da un autore che le grotte le conosce per averle esplorate e poi per lavorarci tuttora, ma che è rivolto al mondo dell’infanzia, parlando delle grotte con un linguaggio adatto ai bimbi delle scuole di primo grado.

Un libro che, sulle orme di analoghe pubblicazioni di minor spessore (una per tutti è l’opuscolo ”Capitan Rudista” dello studioso da poco scomparso Ruggero Calligaris) si prefigge lo scopo di istruire divertendo.

Strutturato su diciassette capitoletti conduce il lettore, assieme ad una turbolenta classe di giovani pipistrelli (i Pippi), cui se ne aggiunge una di Anfitei (i protei), ad una gita scolastica nel mondo delle grotte.

Ogni capitoletto – una parte della gita scolastica – unisce alla descrizione della grotta visitata un giocoso e mirato insegnamento: come e perché sono nate le grotte, come si sono formate le compagini rocciose in cui si sviluppano, i fiumi che le percorrono, la crescita delle stalattiti e stalagmiti (ed il matrimonio fra queste con la formazione delle colonne).

In pratica tutto quanto si trova in un manuale di speleologia, ma scritto e spiegato in modo tale da essere capito dai bambini a cui è diretto.

L’Autrice, già speleologa, guida naturalistica e tuttora guida alla Grotta Gigante, riversa nelle pagine di questo libro tutta la sua esperienza di accompagnatrice di turbolente classi di studenti e scolari nella visita della grotta.

Il comportamento dei Pippi rispecchia quello delle chiassose comitive che annualmente scendono nella grande cavità del Carso triestino mentre le scenette esplorative che si susseguono nella narrazione possono trovare il corrispettivo nei ricordi di ogni speleologo (a cominciare da quelli dell’Autrice). Un cenno particolare meritano le illustrazioni, parte in bianco e nero e parte a colori, dovute alla magistrale matita di Chiara Sciannamblo. Quest’abile disegnatrice ha saputo non soltanto riprodurre fedelmente gli ambienti ipogei come vengono da noi percepiti, ma anche umanizzare i loro abitanti rendendoli vivi e simpatici, evidenziando le caratteristiche con cui l’Autrice li aveva proposti.

In conclusione un bel libro, che però si può ottenere soltanto per via telematica acquistandolo su AMAZON in versione cartacea o digitalizzata.

A Trieste lo si può sfogliare, ma non acquistare, presso la “Rigatteria” di Claudio e Laura Dipinto in via Malcanton 12 (dietro al palazzo del Comune).

Tratto da CRONACHE IPOGEE, pagine di informazione speleologica per il Friuli Venezia Giulia – n.2/2016

Pino Guidi

Speleologo, Cronache Ipogee

Proseguendo la navigazione si accettano i cookies - By continuing to use the site, you agree to the use of cookies. + info

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi